Stai valutando l’acquisto di un riunito per il tuo studio dentistico e non sai da dove cominciare?
Ecco una guida pratica e completa su come scegliere un riunito odontoiatrico, tenendo conto di comfort, costi, funzionalità ed altre variabili molto importanti.

Cos’è un riunito odontoiatrico?

Il riunito odontoiatrico è uno dei principali strumenti utilizzati all’interno di uno studio durante le quotidiane procedure odontoiatriche. Si tratta, in parole semplici, di una seduta speciale che consente ai pazienti di sostare comodamente mentre il dentista (o l’odontoiatra) esegue la procedura in questione.

Tuttavia, non si tratta di una semplice poltrona, ma di questo ne parleremo tra pochissimo!

È importante sottolineare che scegliere il giusto riunito odontoiatrico non è affatto un compito semplice. Entrano in gioco diversi fattori come il comfort del cliente, la sicurezza che il dentista deve avere durante le operazioni, la facilità di movimento dell’assistente, gli strumenti integrati, la durevolezza ed ultimo, ma non per importanza, il comfort!

In questo articolo, vedremo quindi una guida su come scegliere il miglior riunito odontoiatrico per il tuo studio. Prima però, chiariamo un dubbio.

 

 

Riunito odontoiatrico e poltrona odontoiatrica che differenza c’è

Riunito odontoiatrico e poltrona odontoiatrica: che differenza c’è?

Uno degli errori che ci capita di sentire più spesso è la confusione tra riunito odontoiatrico e poltrona odontoiatrica. Per quanto spesso si tenda a pensare che siano la stessa cosa, si tratta di due strumenti differenti.

La poltrona è un elemento fondamentale ed è il luogo dove il paziente resta seduto per tutta la durata della visita. È regolabile in altezza e reclinabile e presenta un poggiatesta per una maggior comodità.

Questa seduta fa parte di un’insieme di strumenti che prendono il nome di riunito odontoiatrico.
Il riunito odontoiatrico è quasi sempre dotato di un sistema di aspirazione chirurgica, di una faretra portastrumenti, di una lampada e di tanti altri elementi di cui parleremo in seguito.

Insomma, speriamo di aver risolto il dubbio. La poltrona è un tassello, il riunito è il puzzle nella sua interezza.

Come funziona un riunito odontoiatrico?

E se ti stessi chiedendo come funziona nello specifico un riunito odontoiatrico, ecco una breve spiegazione.

La maggior parte dei riuniti presenti sul mercato è collegata ad un sistema di compressione dell’aria, ad un circuito idrico per le funzioni di risciacquo e pulizia, all’alimentazione elettrica per il funzionamento dei vari componenti e della poltrona.

Grazie a questi tre sistemi il riunito è in grado di svolgere a pieno il suo compito per il lavoro del professionista.

Guida alla scelta del miglior riunito odontoiatrico

Ora passiamo all’argomento principale di questo articolo, ossia come scegliere un riunito odontoiatrico. I criteri, come avrai ben capito sono abbastanza articolait, e sono in molti casi soggettivi rispetto a quelle che sono le esigenze e possibilità di un dentista o di un odontoiatra.

Prima di passare ad elencare i vari fattori, ci teniamo a mettere una postilla: tieni sempre a mente le misure che hai a disposizione nel tuo studio. Tutto si svilupperà sulla base della dimensione disponibile.

comfort riunito odontoiatrico

1) Comfort

Il comfort sia per il paziente che per il dottore, a livello di posizione per operare, è il primo elemento di cui tener conto per la scelta di un riunito odontoiatrico. Quando si inizia un’operazione, la comodità del paziente è una delle principali preoccupazioni. Del resto, potrebbe dover rimanere lì anche per delle ore!

Quando un paziente è seduto sulla poltrona del riunito deve percepire comodità e rilassamento. Al fine di garantire il maggior comfort, la seduta deve essere morbida, possibilmente imbottita con schiuma di alta qualità e che offra un’ampia superficie sui cui potersi sedere.

Il posizionamento deve essere agevole per il paziente e la regolazione deve poter essere fatta in altezza, inclinazione e orientamento. Infine, il guanciale per testa e collo potrebbe necessitare di una sistemazione. È quindi importante offrire un supporto regolabile anche in questo senso.

dentista riunito odontoiatrico

2) Sicurezza

Un’altra delle principali preoccupazioni quando si tratta di scegliere un riunito odontoiatrico è la sicurezza, in questo caso del dentista. Nel bel mezzo di una procedura, la posizione deve essere comoda, affidabile e sicura. È fondamentale ridurre al minimo il rischio di errore, soprattutto in operazioni molto delicate come gli interventi di chirurgia orale.

Al fine di garantire al massimo al sicurezza è importante che la sedia del dentista abbia un supporto lombare adeguato per la schiena, soprattutto regolabile in altezza.

Una funzionalità utile, che spesso alcuni professionisti prediligono, è la presenza di braccioli regolabili per consentire loro di mantenere una posizione comoda mentre lavorano.

Strumenti Integrati riunito odontoiatrico

3) Strumenti Integrati

Passiamo quindi ad un’altra parentesi estremamente importante: gli strumenti integrati di un riunito odontroiarico.

Nella scelta di un riunito è importante considerare che più strumenti si hanno a disposizione più, probabilmente, sarà semplice eseguire determinate procedure. Questo si tradurrà in un’ottimizzazione del tempo, dovuta alla possibilità di avere gli strumenti a portata di mano.

Dal Lato Operatore, montati sulla faretra, ecco gli strumenti che non possono mancare:

    • Manipoli: attrezzi montati su un micromotore

    • Turbina: strumento rotante sulla cui punta vengono posizionate le frese

    • Siringa aria/acqua: impiegata per le operazioni di lavaggio ed asciugatura

    • Ablatore: strumento ad ultrasuoni provvisto di punte

Alla faretra sono collegate la pulsantiera, utile per regolare le funzioni degli strumenti del riunito, e la pedaliera, che consente di variare e la potenza degli attrezzi rotanti.

Affianco alla faretra, sempre rimanendo sul lato operatore, dovrebbe essere presente anche il portatray, un vassoio dove il professionista posiziona tutti gli strumenti utili per la procedura, come:

    • Specchietto: per avere una visuale completa ed ampia di tutta la bocca e per vedere anche gli angoli più nascosti

    • Specillo: strumento appuntito e molto sottile, utile anche per riconoscere le carie

    • Pinza per estrazione

    • Spatole: per miscelare composti oppure per la collocazione di materiale da otturazione nell’apposita cavità

    • Sonda paradontale: per riconoscere e appurare casi di parodontite e monitorare lo stato del tessuto osseo del paziente

Passando invece al Lato Assistente, non possono mancare:

    • Aspirasaliva monouso: utilizzato all’interno della bocca del paziente per rimuovere saliva in eccesso o acqua nebulizzata dagli strumenti rotanti

    • Porta Bicchiere e sputacchiera: per consentire al paziente di sciacquarsi durante la visita con acqua o collutorio

Infine, ulteriori strumenti che è utile avere nel riunito odontoiatrico sono:

    • Lampada scialitica: posizionata in alto ed agganciata alla poltrona per mezzo di un braccio. La sua funzione è quella di illuminare il campo operatorio. In alcuni casi può essere presente anche uno schermo, che grazie al collegamento ad una videocamera intraorale, consente al paziente di vedere cosa sta accadendo all’interno della propria bocca.

    • Aspiratore Chirurgico: aspira acqua, saliva, sangue e altri detriti dalla bocca, così da mantenere asciutto e pulito il cavo orale. Lo consigliamo vivamente anche per facilitare tutte le operazioni svolte dall’odontoiatra.

    • Compressore Medicale: fornisce aria pulita e priva di umidità, in modo da evitare possibili contaminazioni dell’aria compressa.

    • Scalatore integrato: servirà per rimuovere il tartaro e la placca da denti del paziente.

durevolezza riunito odontoiatrico

3) Durevolezza

La durevolezza, o durabilità, è la capacità di un oggetto di resistere al tempo e rimanere funzionante. Questa definizione non fa eccezione per i riuniti dentali.

Un riunito di qualità dovrebbe poter offrire senza dubbio la garanzia di durabilità negli anni. Per controllare la resistenza all’usure, ci sono alcuni fattori che possiamo osservare:

    • Solidità e resistenza: materiali di costruzione come l’acciaio indossabile sono ben visti, al contrario della plastica.

    • I singoli componenti devono essere di alta qualità, come viti, cuscinetti a sfera e cinghie di trasmissione

    • La riparazione, in caso di rottura, deve essere semplice e lo stesso vale per la manutenzione.

marche riuniti odontoiatrici

 

4) Marca

La marca del riunito deve essere affidabile, ancora meglio se con una grande e buona reputazione alle spalle. Questo significa che deve anche essere conosciuta nel settore. Se vuoi farti un’idea, chiedi ai tuoi colleghi oppure sui forum del tuo campo quali marche sono in grado di consigliarti.

Per darti uno spunto di ricerca, ecco alcuni dei produttori più conosciuti sul mercato: Sirona, Eurodent, Anthos, Fedesa, Kavo Dental GmbH e DentalEZ.

 

Garanzia riuniti odontoiatrici

5) Assistenza Clienti e Garanzia

Ultimo fattore da considerare nella scelta di un riunito odontoiatrico per la tua attività è l’assistenza clienti corredata da una buona garanzia. Questo significa scegliere un produttore di riuniti che offra delle modalità di contatto semplici ed efficaci nel caso di problemi che possono verificarsi negli anni ed una garanzia che copra il maggior numero di ipotesi possibili.

L’assistenza clienti offerta dovrebbe essere quanto più tempestiva possibile e rispondere alle domande in maniera completa ed esaustiva. Del resto, senza un riunito un odontoiatra non può operare.

Inoltre, la garanzia dovrebbe essere adeguata al prodotto, con ad esempio una tempistica di almeno 5 anni dalla data di acquisto per le parti e la manodopera.

Infine, come dicevamo nel punto precedente, ti consigliamo di affidarti ad un produttore con una buona reputazione nel settore, che sia in grado di vantare una lunga storia e recensioni verificate da altri studi odontoiatrici.

Quanto costa un riunito odontoiatrico?

Prima di terminare questa guida all’acquisto, abbiamo voluto dedicare un’intera sezione ad un argomento altrettanto importante, ossia: quanto costa un riuntio odontoiatrico.

Come già potrai immaginare, il prezzo può variare notevolmente a seconda della marca, delle caratteristiche e della qualità del riunito.

Il costo solitamente non scende sotto i 7000€ e arriva fino ai 12.000€, in alcuni casi sfiorando persino cifre che vanno dai 15.000€ ai 30.000€, se dedicato alla chirurgia.

Quello che ti consigliamo di fare è di trovare il giusto rapporto qualità-prezzo, soprattutto se il tuo studio odontoiatrico è in una fase di lancio e i soldi da investire sono limitati.

Tuttavia, ricordati che ancor prima del prezzo, le caratteristiche del riunito odontoiatrico che andrai a scegliere devono essere in linea con le tue esigenze, ed avere quindi tutte le funzionalità necessarie per eseguire le procedure odontoiatriche con comfort e facilità.

Non buttarti senza pensarci sulla soluzione meno costosa, perché questo potrebbe portarti in un futuro abbastanza prossimo ad aver bisogno di aggiungere integrazioni che non sono previste nel riunito acquistato.

Valuta bene ogni scelta, anche in ottica di espansione della tua attività odontoiatrica e dei servizi che puoi e vuoi offrire ai pazienti.

Conclusione: un buon riunito odontoiatrico non basta!

Siamo arrivati alla fine di questo articolo su come scegliere un riunito odontoiatrico. Ora che avrai letto tutte queste informazioni, probabilmente la scelta ti sembrerà davvero ardua. Tuttavia, non preoccuparti perché seguendo questi consigli siamo sicuri riuscirai a trovare il riunito adatto alle tue esigenze.

Ricordati quindi di valutare qualità, funzionalità, comodità, costo, durevolezza, assistenza clienti e garanzia.

Un ultimo consiglio che vogliamo darti prima di lasciarti alla tua ricerca del riunito odontoiatrico perfetto è di tenere a mente che per attrarre nuovi clienti non basta un buon riunito e nemmeno il caro vecchio passaparola.

Per emergere in un mercato in forte crescita come quello odontoiatrico, dove ci sono più di 64.000 dentisti solo in Italia, è necessario individuare un posizionamento specifico, differenziandoti dai competitor e investendo tempo e denaro per ampliare i canali di acquisizione clienti.

Paziente Facile è una società specializzata nell’acquisizione di pazienti per conto di studi dentistici e odontoiatrici. Richiedi ora una Consulenza Gratuita per la tua attività e differenziati subito dai competitor locali.